ESCAPE='HTML'
 ESCAPE='HTML'

Corno Piccolo - Gran Sasso d'Italia

Corno Piccolo - Gran Sasso d'Italia - 18 Luglio 1999 Corno Piccolo (2655 metri) per il versante nord (canali acitelli), discesa per la Via Danesi. Dal piano del laghetto (1640 metri, termine della strada) si segue il sentiero segnato che si alza sul crinale, tocca un edificio diroccato e porta fino alla stazione d'arrivo della seggiovia dell'Arapietra (1980 metri, 1 ora), l'impianto è chiuso dal 1997: se la seggiovia verrà riaperta questo punto potrà essere nuovamente raggiunto senza fatica dai Prati di Tivo. Si continua sull'ampio sentiero (seggiovia numero 3) che sale a tornanti e poi entra nel Vallone delle Cornacchie superando l'aereo Passo delle Scalette. Si sale tra grandi massi, si traversa a sinistra, poi a tornanti sul dorso d'erba e rocce fino al rifugio Franchetti (2433 metri, 1 ora), ottimo belvedere sulla parete est del Cono Piccolo. Si continua sul sentiero che sale verso il rifugio Franchetti fino al primo tornante. Qui lo si lascia, e si continua verso destra lungo il Sentiero Ventricini (segnavia rossi e paletti metallici) che traversa ai piedi della Nord del Corno Piccolo, e raggiunge una conca ghiaiosa dominata dalle roccie delle Spalle (0.45 ore). Qui si piega a sinistra, e si sale direttamente per ripidi prati e roccette, puntando a sinistra della prima Spalla, la più alta, verso l'imbocco di due canali che formano un evidente "V". Raggiunta la base delle rocce si evita a destra un salto verticale, si entra nel canale e lo si segue superando tratti su ripide ghiaie e facili passaggi d'arrampicata (primo e secondo). Dove il canale si biforca ci si tiene nel ramo di sinistra, tenendosi sul bordo dove il fondo è formato da scomode ghiaie e superando altri passaggi d'arrampicata. Dove il canale si allarga, tracce di sentiero portano alla cresta a monte della Prima Spalla. Qui, nel versante opposto, arriva la via normale del versante sud.Si continua per placche coricate, si costeggia una profonda spaccatura, infine alla cima (2655 metri, 2 ore) utilizzando una breve corda metallica.In discesa, dalla base della corda, si seguono i segnavia giallo-rossi della Via Danesi. Un tratto a zig-zag tra i torrioni di un passaggio esposto sulla parete est portano ad un buco dove seguono una cengia e quattro scale metalliche. Un sentiero senza difficoltà scende alla ghiaia del Vallone dei Ginepri (2450 metri), che si risalgono facilmente fino alla Sella dei Due Corni (2523 metri, 1 ora). Il comodo sentiero del Vallone delle Cornacchie porta al rifugio Franchetti (2433 metri), all'Arapietra e al Piano del Laghetto (1.45 ore).L'accessoI punti di partenza più utilizzati sono Prati di Tivo (1450 metri) e l'albergo di Campo Imperatore (2130 metri). Descriviamo gli accessi dall'Aquila e Teramo, città che è facile raggiungere da ogni parte d'Italia. Da Teramo a Prati di Tivo: con la ss 80 (verso l'Aquila), oltrepassato Montorio, si giunge al bivio per Pietracamela (al km 51,700), si sale prima al vecchio paese degli aquilotti, poi a Prati di Tivo (36 km). Dall'Aquila a Prati di Tivo: si prende l'A 24, e dopo la galleria si esce a San Gabriele, si prende per Montorio la ss 491, arrivati sulla ss 80 si continua a sinistra (verso l'Aquila) fino al bivio di Pietracamela Prati di Tivo che si raggiungono salendo la strada a tornanti (75 km). Oppure si prende la ss 80 verso Teramo (provenendo da Roma si esce dall'A 24 all'Aquila ovest), e superato il passo delle Capannelle si scende al bivio Pietracamala Prati di Tivo, da cui come sopra (67 km). Da Teramo o l'Aquila all'albergo di Campo imperatore: si percorre l'autostrada A 24 fino all'uscita di Assergi (presso lo sbocco del traforo del Gran Sasso) e Si sale con la ss17 bis (4 km) prima a Fonte Cerreto, punto di partenza per la funivia del Gran Sasso, poi al margine del pianoro di Campo Imperatore: ad un bivio si prende a sinistra la statale 17 bis che porta al piazzale dove si trova l'albergo (29 km da Assergi). I collegamenti col bus dell'Aquila, Teramo e Pescara sono gestiti dalla ditta Arpa (0864-412808).Rifugio campo Franchetti(2433 metri), tel. 0861-959634, del Cai Roma (tel 06-6861011); si trova nel Vallone delle Cornacchie e si raggiunge da Prati di Tivo (1 ora dall'arrivo della seggiovia, 1.45-2 ore dal termine della strada); dispone di 20 posti letto ed è aperto nei mesi estivi (gestore Luca Mazzoletti, tel 06-8270047.